Mizuno Hitogami. La corsa fa Bene, senza tanto tecnicismo.

Ho iniziato a correre con 24 anni e 23 kili in più. E dopo quasi 5 anni, posso solo dire "la corsa fa bene".
Fa bene al corpo, fa bene alla mente, fa bene allo spirito.
Solite frasi fatte dirai, ma ci tenevo a condividere la mia esperienza rapportata con questa disciplina e tutto l'impressionante marketing che c'è dietro.
Io non sono un runner super tecnologico che guarda nel suo orologio hi-tech tempi e centimetri percorsi. Si, mi tengo informato, ma i miglioramenti si devono sentire, non vedere in uno schermo al polso.
Io voglio trasmettervi la passione per la corsa nuda e cruda, così com'è! Perché chi corre lo sa come ci si sente dopo, come quasi a percepire il sangue più fluido. (non vado a correre come mamma mi ha fatto, tranquillo! :-P )

Ho cambiato svariate scarpe, tutte con nomi strani e qualsivoglia sigla dedita ad una strategia di mercato. Perché solo di questo si tratta. Normale per un podista che vuole il meglio farsi coinvolgere e finir prigioniero di determinati preconcetti,

Ascolta il tuo corpo, non chi vende un prodotto

Quando corri, ascolta, percepisci, senti ogni singolo movimento del tuo corpo, ogni muscolo, legamento. Corri piano, controlla i battiti. (a meno che tu con vada a correre per sfogarti di una determinata situazione, a quel punto vai, furia! )
Fregatene dei chilometri, fregatene del tempo. Nella corsa ci sei solo tu ed il presente, e ogni passo fatto è un nuovo traguardo per te ed il tuo corpo.

L'odioso tema "scarpe"

Come dicevo prima, oggi sul mercato trovi di tutto da mettere ai piedi. persino troppo! è quasi nauseabondo. Per non parlare della frustrazione che si crea quando, decisa la scarpa, non c'è il tuo numero! (problema ricorrente visto che ho un 39 e pare che non sia normale).
Personalmente posso dire che ho finalmente trovato un equilibrio con le Mizuno Hitogami ("hitogami" significa "divinità umana", ma tralasciamo), una scarpa con poca ammortizzazione ma ben distribuita e reattiva, che avvolge il piede in modo essenziale, senza fronzoli applicati alla tomaia e quindi molto leggera, che mi permette di avere un'andatura costante e tranquilla ma anche attiva e veloce quando lo desidero.
Un'altro punto a suo favore è la durata. Le uso da circa 6 mesi (le ultime adidas "energyboost" le ho dovute cambiare dopo 4), più o meno 50 km alla settimana, con pioggia e neve, e loro intatte e confortevoli son sempre lì, impavide ad aspettar la prossima uscita!

Conclusione

Caro runner, podista, "corsettiero", il mio consiglio più spaesato è non ascoltar consigli. Cioè "leggi tutto ciò che vuoi, fatti suggerire da chi vuoi, ma ascolta solo te stesso, il tuo corpo, le tue gambe!"
Perche la corsa fa Bene, perche la corsa rende libera la mente, e una volta svincolata da tutto potrà dedicarsi al tuo corpo,  proprio senza tanto tecnicismo.

A presto!


Nessun commento:

Posta un commento

Alimentazione come energia vitale

Il nostro organismo ha un enorme potenziale di risanamento e guarigione, sia a livello fisico che psichico. Sebbene la medicina accademica ...

Lettori fissi