Cos'è la Geometria Sacra?


Geo + metria = misurazione della terra.
Geometria Sacra = lo studio delle relazioni tra le proporzioni e le forme contenute nel microcosmo e nel macrocosmo con lo scopo di comprendere l'Unità che permea tutta la vita.
Dall'antichità, gli egizi, i greci, i Maya, gli architetti delle cattedrali gotiche, artisti come Leonardo da Vinci o il pittore Georges Seurat, tutti riconoscevano nella natura forme e proporzioni speciali, che traducevano un'armonia e unità in sé 
Questi rapporti di forma e proporzioni considerati sacri nella geometria, in architettura, occorrono in forma identica in altre aree dell'espressione umana, come ad esempio nella musica.

La Geometria Sacra è il linguaggio più vicino alla Creazione



Lo studio delle armoniche, dei modelli musicali, ha da sempre affascinato i compositori e gli amanti della musica. La stessa armonia nei suoni, nelle forme, nei cori, si ritrova nella natura, dal microcosmo al macrocosmo. 

Perché studiare la Geometria Sacra?

La Geometria Sacra studia le Leggi dell'Universo per mezzo della Scienza delle Forme, al fine di identificarne i principi fondamentali ed i rapporti che governano ed interconnettono Macrocosmo e Microcosmo. Studia tali leggi e può essere utilizzata per vivere in accordo con le armoniche vibrazionali che sottendono la manifestazione fisica; non a caso nella costruzione di una città o di una comunità, così come nella strutturazione degli spazi abitativi, tale conoscenza sarebbe importantissima per mantenere armonia e salute. La saggezza cinese esprime queste conoscenze nel Feng Shui, quella indiana nel Vastu ed in Occidente stiamo recuperando questa consapevolezza tramite la Bioarchitettura

Quando gli insegnamenti della geometria sono utilizzati per mostrare la verità ancestrale secondo cui tutta la vita emerge dalla stessa matrice, le semplici verità della Geometria Sacra sono il mezzo più efficace per illustrare alla nostra mente logica l'unità di tutte le cose.
Lo studio delle relazioni tra queste proporzioni e forme ci conduce alla comprensione che tutto ciò che esiste proviene da un'unica fonte. E che noi siamo parte di essa.
La Geometria Sacra ha il suo peculiare alfabeto fatto di punti, linee, cerchi, piani e volumi; questi simboli rimandano ai principi di creazione-manifestazione, preservazione-conservazione e trasformazione-distruzione su cui si basa l'intera Danza Cosmica. Descriverli tutti sarebbe lungo e noioso. Il mio compito qui non è insegnarti, ma incuriosirti. perciò salterò le figure geometriche più semplici per parlare della prima figura davvero importante; Il cubo di Metatron.

Il Cubo di Metatron emerge da quello che può essere considerato lo schema biogenetico universale, il modello geometrico primario della Natura, cioè la ripetizione modulare del "Seme della Vita" (sette cerchi posizionati secondo una simmetria esagonale), che contiene lo schema dell'"Albero della Vita" e da cui emerge anche il "Fiore della Vita"  e il "Frutto della Vita".

Queste configurazioni non sono altro che tappe di un modello cosmogenetico che si basa sull'espansione della Coscienza Divina in moduli sferici, la cui interconnessione precisa le regole geometrico strutturali che possono poi essere ritrovate ovunque in Natura. Il Cubo di Metatron emerge da esse e dal Cubo possono essere estrapolati tutti i Solidi Platonici, che ci forniscono le Leggi di Natura.

Lo studio della geometria sacra, tutti questi punti e linee e angoli e cubi e triangoli, è importante non solo a livello "estetico" per avere un'architettura bella da vedere. Con lo studio di questi simboli ci si accorge di un fatto davvero molto importante. cioè che l'insieme forma in unico continuum.
Mi spiego meglio: Il termine "fisica" deriva dal greco physis = "natura" e sta ad indicare la scienza che studia le leggi naturali. Per quanto possa sembrarci oggi strano, all'inizio la fisica era una branca della filosofia e non a caso veniva detta filosofia naturale (filosofia deriva da philèin = amare e sophìa = conoscenza, sapienza - e indica appunto l'amore per la conoscenza). Secondo Cartesio: Tutta la filosofia è come un albero, di cui le radici sono la metafisica, il tronco è la fisica, e i rami che sorgono da questo tronco sono le altre scienze, che si riducono a tre principali: la medicina, la meccanica e la morale. Questa visione era molto più unitaria ed olistica di quella odierna.
La frattura tra fisica e metafisica, tra materia e spirito, si realizza con la nascita del moderno metodo scientifico ad opera di grandi pensatori quali Francis Bacon, Galileo Galilei, Renèe Descartes (Cartesio), Isaac Newton. Il metodo scientifico ha, indubbiamente, fatto fare degli enormi passi avanti alla conoscenza e alla tecnica, allo stesso tempo, ha creato anche una dolorosa dicotomia tra la realtà interiore spirituale (soggettiva) e la realtà esteriore materiale (oggettiva). Se oggi volessimo superare tale dicotomia tra soggetto e oggetto, tra realtà psichica interiore e realtà fenomenica esteriore, potremmo considerare che questa distinzione non rappresenti altro che i punti estremi dello stesso spettro di realtà; ad un estremo c'è il soggetto e all'altro l'oggetto, da una parte la psiche e dall'altra il soma, ma l'insieme, appunto, forma un unico continuum.


Ecco che da questo punto di vista possiamo affermare che "l'osservatore non è separato da ciò che osserva" e questo sta risultando sempre più evidente anche grazie alle scoperte fatte dalla fisica quantisticaLa rivoluzione non sta tanto nella scoperta dei quanti di energia in sé, ma nelle proprietà che questi quanti possiedono, prima fra tutte la proprietà di poter esistere in due forme distinte e apparentemente inconciliabili tra loro: una forma definita e ben oggettivabile (come corpuscolo) ed una forma più indefinita (come onda).

La scoperta che uno stesso oggetto fisico potesse manifestarsi a volte in un modo e altre volte in un altro ha fatto "impazzire" gli scienziati. Era la prima volta che accadeva una cosa simile. In fisica non era mai stato infranto il Principio di Non Contraddizione di Aristotele, secondo cui A deve essere diverso da non-A. Negli esperimenti di fisica quantistica emergeva chiaramente che A corrispondeva a non-A: lo stesso oggetto a volte era un corpuscolo e altre volte un'onda… eppure restava sempre lo stesso oggettoQuesta doppia natura ha sconvolto il mondo scientifico, tanto da far affermare a Niels Bohr: 

"Coloro che non sono rimasti scioccati quando si sono imbattuti per la prima volta 
nella teoria quantistica non possono averla capita."


Ecco perché non intendo addentrarmi nei meandri della fisica quantistica più di tanto, ma solo per spiegarvi che ogni giorno si fanno sempre più scoperte sconcertanti di questo mondo al di fuori di noi stessi, ma nel quale siamo completamente immersi facendone parte. Ecco perché reputo lo studio della Geometria Sacra un valido motivo per farne parte un po più consapevolmente. Perche un tramonto non è magnifico solo nei suoi colori, ma anche nelle forme. La pioggia, una montagna, la neve, i tuoi occhi. 
"L'uomo è nato per vivere tra le agitazioni dell'inquietudine e nel letargo della noia. Il lavoro istruttivo dell'intelletto attraverso la geometria sacra aiuta ad allontanare tre mali: la noia, il vizio e il bisogno".






Grazie, A presto!

Alimentazione come energia vitale

Il nostro organismo ha un enorme potenziale di risanamento e guarigione, sia a livello fisico che psichico. Sebbene la medicina accademica ...

Lettori fissi